Atti di Organizzazione

I componenti del consiglio di amministrazione devono possedere i requisiti necessari per l’elezione a consigliere comunale e non trovarsi in alcuna delle cause di incompatibilità ed ineleggibilità previste dalla L.R. 11/12/2003, n. 19.

Il mandato del consiglio di amministrazione ha durata quinquennale; i componenti degli organi di amministrazione restano in carica per non più di due mandati consecutivi, purchè ciascuno abbia avuto durata non inferiore a due anni (art 5 L.R.19, comma 2).

Il consigliere nominato in sostituzione di altro, cessato dalla carica per qualsiasi motivo, rimane in carica quanto avrebbe dovuto rimanere il predecessore. Al presidente ed ai componenti il consiglio di amministrazione spetta un’indennità di carica deliberata annualmente dal consiglio di amministrazione. medesimo tenuto conto delle necessità di rispetto degli equilibri di bilancio, e, comunque per il presidente il 50% dell’indennità spettante al Sindaco del Comune di Tolmezzo, ai consiglieri il 35% dell’indennità del presidente. Il presidente ed i consiglieri tuttavia possono rinunciare in tutto od in parte alle indennità di carica loro attribuite.

In caso di missione, ai componenti il consiglio di amministrazione spetta il rimborso delle spese vive di viaggio sostenute nonché l’indennità con le modalità previste per gli amministratori del Comune di Tolmezzo.

E comunque riservata al consiglio di amministrazione la competenza a deliberare:

— l’approvazione del bilancio preventivo, delle sue variazioni, del conto consuntivo

— la determinazione delle rette e tariffe

— l’approvazione del piano esecutivo di gestione

— l’approvazione di statuto, regolamenti e convenzioni e loro modifiche

— la disciplina dello stato giuridico ed economico del personale e la dotazione organica

— la nomina del direttore, nei modi e termini stabiliti dalla legge e dal regolamento d’organizzazione

— la costituzione, attiva e passiva, in giudizio

— l’accettazione di eredità, lasciti e donazioni

— l’approvazione di piani e progetti di edilizia istituzionale che impegnano il bilancio d’azienda

— l’alienazione ed acquisizione di immobili

— l’assunzione di mutui e di altre forme di finanziamento

I componenti il consiglio di amministrazione che, senza giustificato motivo, non intervengono per tre sedute consecutive decadono dalla carica. La decadenza degli amministratori è altresì disposta dal consiglio di amministrazione nei casi di loro gravi violazioni di legge e del presente statuto ed in particolare:

— per gravi ed accertate irregolarità ed inerzia nell’esecuzione del mandato

— per incompatibilità o conflitto con gli interessi dell’azienda

La decadenza è disposta dal consiglio di amministrazione previa contestazione degli addebiti e seguente contraddittorio in forma scritta.

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry’s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry’s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry’s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry’s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry’s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry’s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry’s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

I componenti del consiglio di amministrazione devono possedere i requisiti necessari per l’elezione a consigliere comunale e non trovarsi in alcuna delle cause di incompatibilità ed ineleggibilità previste dalla L.R. 11/12/2003, n. 19.

Il mandato del consiglio di amministrazione ha durata quinquennale; I componenti degli organi di amministrazione restano in carica per non più di due mandati consecutivi, purchè ciascuno abbia avuto durata non inferiore a due anni (art 5 L.R. 19, comma 2).

Il consigliere nominato in sostituzione di altro, cessato dalla carica per qualsiasi motivo, rimane in carica quanto avrebbe dovuto rimanere il predecessore. Al presidente ed ai componenti il consiglio di amministrazione spetta un’indennità di carica deliberata annualmente dal consiglio di amministrazione. medesimo tenuto conto delle necessità di rispetto degli equilibri di bilancio, e, comunque per il presidente il 50% dell’indennità spettante al Sindaco del Comune di Tolmezzo, ai consiglieri il 35% dell’indennità del presidente. Il presidente ed i consiglieri tuttavia possono rinunciare in tutto od in parte alle indennità di carica loro attribuite.

In caso di missione, ai componenti il consiglio di amministrazione spetta il rimborso delle spese vive di viaggio sostenute nonché l’indennità con le modalità previste per gli amministratori del Comune di Tolmezzo.

E’ comunque riservata al consiglio di amministrazione la competenza a deliberare:

— l’approvazione del bilancio preventivo, delle sue variazioni, del conto consuntivo;

— la determinazione delle rette e tariffe;

— l’approvazione del piano esecutivo di gestione;

— l’approvazione di statuto, regolamenti e convenzioni e loro modifiche;

— la disciplina dello stato giuridico ed economico del personale e la dotazione organica;

— la nomina del direttore, nei modi e termini stabiliti dalla legge e dal regolamento d’organizzazione;

— la costituzione, attiva e passiva, in giudizio;

— l’accettazione di eredità, lasciti e donazioni;

— l’approvazione di piani e progetti di edilizia istituzionale che impegnano il bilancio d’azienda;

— l’alienazione ed acquisizione di immobili;

— l’assunzione di mutui e di altre forme di finanziamento.

I componenti il consiglio di amministrazione che, senza giustificato motivo, non intervengono per tre sedute consecutive decadono dalla carica.

La decadenza degli amministratori è altresì disposta dal consiglio di amministrazione nei casi di loro gravi violazioni di legge e del presente statuto ed in particolare:

— per gravi ed accertate irregolarità ed inerzia nell’esecuzione del mandato;

— per incompatibilità o conflitto con gli interessi dell’azienda.

La decadenza è disposta dal consiglio di amministrazione previa contestazione degli addebiti e seguente contraddittorio in forma scritta.

Il Presidente

Il presidente è eletto dal consiglio di amministrazione, tra i suoi componenti, a maggioranza assoluta dei membri assegnati, nella sua prima riunione convocata e presieduta dal consigliere più anziano di età.

Il presidente è il legale rappresentante dell’azienda, esercita tutte le funzioni che gli sono attribuite dallo Statuto e dai Regolamenti, promuove e dirige l’attività del consiglio di amministrazione, e in particolare:

— convoca e presiede il consiglio di amministrazione, fissa il relative ordine del giorno

— esercita la superiore vigilanza sul buon andamento dell’azienda

— vigila sull’esecuzione delle deliberazioni adottate dal consiglio

— assicura i contatti esterni di

natura politico-istituzionale

In caso di necessità ed urgenza il presidente può assumere provvedimenti di competenza del consiglio in forma di ordinanza, salva ratifica del consiglio di amministrazione nella prima seduta utile.

In caso di impedimento o di assenza

Il Vicepresidente

Il vicepresidente è eletto, a maggioranza assoluta, dal consiglio di amministrazione fra i suoi componenti.

In caso di assenza o impedimento del vicepresidente, le sue funzioni sono svolte dal consigliere più anziano di nomina e, in caso di contemporanea nomina, dal più anziano di età.

Ai sensi dell’Ordinanza contingibile e urgente n. 35/PC dd. 16.10.2020 con la quale la Regione Friuli Venezia Giulia dispone che “l’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, sia limitato ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione e che valutata la situazione epidemiologica ne può vietare l’accesso” sono sospesi fino al 25 ottobre p.v. tutti gli incontri con parenti e visitatori. Ai sensi del protocollo adottato in data 16.10.2020, in assenza della figura professionale del Direttore sanitario, gli unici ingressi di parenti/visitatori consentiti riguardano ospiti in condizioni di fine vita per garantire alle famiglie un ultimo momento di condivisione e vicinanza con ipropri cari.

Font Resize